La strategia DGI

La strategia consiste in investire in titoli azionari che pagano dividendi in costante aumento.
I titoli americani in base al numero di anni di crescita del dividendo sono classificati in categorie precise, champion, challenger e contender. Quelli con più anni sono nominati Aristocratici e i migliori in King.
L’obiettivo della strategia è creare un flusso di rendita passiva che si alimenta automaticamente grazie al fatto di reinvestire i dividendi ricevuti fintanto che si vuole aumentare la rendita desiderata, pensate ad una palla di neve che aumenta di volume man mano che scende dal pendio.

La strategia si compone in alcune regole semplici che occorre seguire:

  • contribuire regolarmente al portafoglio, utilizzando un approccio di tipo DCA in modo da mediare i prezzi nel lungo periodo per aumentare la rendita del dividendo del singolo titolo. Sostenitori di questo metodo sono nomi noti come Siegel, Graham e Buffet.
  • Preferire titoli di crescita del dividendo in quanto nel lungo termine la resa supera i pagatori di dividendo alto ma senza crescita. Il grafico sotto specifica quanto il tasso di crescita sia fondamentale
  • Acquistare titoli ma con determinati parametri, di seguito riporto i principali ma possono essere diversi a seconda della propria strategia:

    . dividendo tra 2.5-4%
    . in credita da almeno 15 anni
    . P/E inferiorie a 20 ( rispetto ai propri pari di settore).
    . Payout ratio inferiore a 60% ( con eccesione per alcune categorie)

Diversificare l’acquisto creando un portafoglio con almeno 20 titoli per abbassare il rischio intrinseco legato all’acquisto dei titoli azionari.

  • Reinvestire sempre i dividendi maturati fino ad ottenere la somma necessaria a garantire il vostro tenore di vita
  • Vendere i titoli che tagliano il dividendo

Esempio di rendita:
A titolo di esempio riporto alcuni conti per capire le tempistiche e le rendite che si possono ottenere:

risparmiando 1000,00 euro al mese per 10 anni, investendoli in titoli che maturano dividendi al 4% con una crescita del 6% dopo 10 anni avremo una rendita attorno ai 700,00 euro, mentre se potessimo investirne 2000,00 euro al mese otterremmo una rendita di 1300,00.
Ovviamente si possono allungare i tempi diminuendo gli importi investiti e viceversa.

Uno dei  vantaggi a favore di questa strategia è che durante un mercato ribassista l’acquisto di titoli a prezzo inferiore aumenta la rendita, per questo motivo i mercati orso sono ben accolti dagli investitori DGI.

Un ultimo aspetto da considerare quando si sceglie di investire con questa strategia è il rischio cambio legato alle diverse valute, ma che comunque nel lungo tempo influisce relativamente poco e la doppia tassazione sui dividendi di titoli esteri.